Notizia dalla Regione

In primo piano

La Giunta di Cia Romagna

giuntaciaromagna28 02 18 in piedi1/3/2018 - La Giunta di Cia - Agricoltori Italiani Romagna rappresenta tutti i territori della Romagna e tutti i settori e i diversi tipi di agricoltura anche per quanto riguarda i metodi di coltivazione. Eletta il 19 febbraio e insediatasi il 28 febbraio 2018, conta 12 componenti: Massimo Biondi (FC), Lorenzo Falcioni (Rn), Elmo Fattori (FC), Stefano Folli (Ra), Stefano Francia (Ra), Stefania Malavolti (Ra), Guglielmo Mazzoni (FC), Danilo Misirocchi (Ra), Matteo Pagliarani (FC), Wiliam Signani (Ra), Marco Stoppo (Rn) e Gianfranco Volanti (Rn).

Leggi tutto...

Ultime notizie

No ai vincoli aeroportuali che penalizzano il settore agricolo

Coriano incontro vincoli enac5/4/2018 - Il vicepresidente vicario di Cia Romagna Lorenzo Falcioni e il responsabile dei servizi alle imprese Claudio Bertuccioli hanno preso parte mercoledì 4 aprile all'incontro convocato dall’Amministrazione comunale di Coriano per illustrare la bozza di delibera di opposizione ai vincoli aeroportuali, che mira a evitare l’impatto che potranno avere sul territorio corianese.

Leggi tutto...
La domanda

Sono nudo proprietario di un terreno agricolo e il mio vicino confinante ha venduto il suo terreno ad un terzo senza che mi avvisasse della sua volontà di vendere, doveva avvertirmi? Non ho un diritto di prelazione?

 

Risponde lo Studio legale

Recentemente la Corte di Cassazione si è pronunciata in un caso simile al suo escludendo il diritto di prelazione e di riscatto agrario al confinante che sia solo nudo proprietario del terreno.

L’art. 7 della legge n. 817 del 1971 riconosce il diritto di prelazione al “coltivatore diretto proprietario di terreni confinanti con fondi offerti in vendita, purché sugli stessi non siano insediati mezzadri, coloni, affittuari, compartecipanti od enfiteuti coltivatori diretti”.

La norma, quindi, limita il diritto di prelazione e di riscatto al proprietario che sia anche coltivatore diretto di terreni confinanti. È inoltre necessario non solo che egli rivesta la qualifica di coltivatore diretto, ma anche che coltivi direttamente il fondo adiacente a quello posto in vendita, non essendo sufficiente che egli eserciti altrove l’attività di agricoltore.

Nel suo caso, se è vero, come pare, che lei risulti essere solo nudo proprietario, non avendo poteri di godimento sull’immobile che spettano invece all’usufruttuario, purtroppo non potrà rivendicare alcun diritto di prelazione e di riscatto agrario.

 

Disclaimer

Agriturismo

tutti gli agriturismi dell'Emilia Romagna

Compro e Vendo

mercatino dell'usato agricolo emiliano-romagnolo

Intranet

leggi on line l'ultimo numero del magazine della Cia Emilia-Romagna

La Spesa in Campagna
consulta il sito
per una spesa a filiera corta!

Joomla templates by Joomlashine